AdSense Lead

Il trucco teatrale

a cura di Caroline Westcombe

Il trucco teatrale è piuttosto diverso e più pesante del trucco di tutti i giorni, perché serve a far vedere i tratti del volto al pubblico, quindi a persone molto distanti da noi: vediamo come realizzarlo

Come abbiamo già accennato, il trucco teatrale serve a far vedere i tratti del volto al pubblico, quindi a persone molto distanti da noi: nei teatri molto grandi il pubblico è seduto dietro alla buca dell’orchestra, quindi anche in prima fila c’è già una distanza notevole da noi.
Ciò nonostante il trucco teatrale non deve essere “esagerato”: basta accentuare e ombreggiare i tratti del viso in modo corretto.

L’ideale è rendere visibili le espressioni facciali, specialmente nei balletti drammatici, o in quelli narrativi, dove è richiesto un certo grado di recitazione.

Esistono, inoltre, diversi look più o meno “prestabiliti”, a seconda dei ruoli mimici o di carattere che si interpretano: chiari esempi possono essere i trucchi usati per il ruolo di Coppélius, il vecchio inventore nel balletto Coppélia, per quello di Rothbart, il mago cattivo ne Il lago dei Cigni, o ancora per quello di Carabosse, la fata cattiva de La Bella Addormentata nel Bosco.
Troveremo qualche consiglio per questi tipi di trucco nel capitolo “Creare un look diverso”.

 

L’essenziale…

Un elenco di tutti gli articoli di base richiesti per il trucco teatrale:
- fondotinta 
- cipria (traslucido)
- matita per le sopracciglia (nera o marrone)
- eyeliner (liquido o matita, nero)
- highlighter matita (bianca)
- ombretto per gli occhi, nero, marrone, e una selezione di colori diversi
- mascara
- ciglia finte e colla
- fard di colore scuro e uno di colore più agile per dare luci e ombre
- rossetto, qualsiasi (rosso o rosso/mattone).

 

Un elenco di tutti gli accessori utili

- Una spugna per applicare il fondotinta (da tenere pulita per evitare problemi alla pelle)
- un set di pennelli, per gli occhi e le guance
- temperino per le matite
- struccante (qualsiasi struccante che non lasci la pelle troppo secca dopo l’uso)
- cotone, ovatta.

 

Foto di Andrea Piermattei
In foto Brigida Bossoni