Home

Fattoria Vittadini su Classica HD

Con il documentario firmato da Francesca Pedroni

Va in onda in prima assoluta il 27 dicembre alle 21.45 su Classica HD il documentario firmato da Francesca Pedroni dedicato al collettivo milanese

27 Dic
2018
15:19
Testata giornalistica online
Autore: 

Balletto.net
Registrazione Tribunale di Milano n. 263 del 07/09/2017
Direttore responsabile: Elisabetta Agrati 
Viale Regina Margherita 43, 20122 Milano (Italy) | P.IVA 04097780961

Giovedì 27 dicembre alle 21.45, Classica HD (Sky, canale 136) ospita la prima assoluta del documentario it’s a little Bit messy... che Francesca Pedroni, critico e giornalista di danza, ha voluto dedicare a Fattoria Vittadini. Da dieci anni il collettivo milanese – riunitosi attorno a un gruppo di ragazzi che hanno condiviso gli studi alla Civica Scuola Paolo Grassi di Milano – è tra i protagonisti della danza contemporanea italiana e internazionale, non solo attraverso le performance ma anche attraverso le tante iniziative che vogliono avvicinare il pubblico a quest’arte e aggregare idee e intenti.

Racconta la regista Francesca Pedroni: «In Italia la danza contemporanea è una sfida coraggiosa che Fattoria Vittadini incarna con energica baldanza. Mattia Agatiello, Chiara Ameglio, Cesare Benedetti, Noemi Bresciani, Pieradolfo Ciulli, Maura Di Vietri, Riccardo Olivier, Francesca Penzo, MariaGiulia Serantoni, Vilma Trevisan rappresentano un percorso speciale in Italia: hanno condiviso da giovanissimi gli anni della formazione alla Civica Scuola Paolo Grassi di Milano, si sono diplomati ventenni e invece di disperdersi hanno fondato con determinazione un collettivo. Il documentario è un racconto in prima persona di dieci giovani danzatori e autori che si confrontano con vitalità e consapevolezza su un percorso pieno di progetti che nel 2019 compie dieci anni. Un documentario alla scoperta dell’identità di un gruppo composto da personalità diversissime: danzatori autori che misurano la loro visione dello stare in scena in spettacoli firmati da coreografi esterni come in creazioni a loro firma.

Un collettivo in costante fermento che ha appena inaugurato la sua prima sede alla Fabbrica del Vapore di Milano e che ha scelto di festeggiare i suoi primi dieci anni con una personale dal titolo giocoso it’s a little Bit messy... ripreso scherzosamente dal documentario, invadendo la città con spettacoli a MilanOltre, al Teatro Filodrammatici, a NEXT, a Zona K, al Teatro i. Una personale che con My True Self.revisited di Maya Weinberg riscrive con brio il primo pezzo di Fattoria Vittadini, che riprende il corrosivo To this purpose only dedicato all’Italia dal duo berlinese matanicola, che rielabora nella novità Salvaje un lavoro firmato da Daniel Abreu, che debutta in tante creazioni a firma interna. Un racconto sulla danza contemporanea italiana del terzo millennio».

Condividi: 
  • My True Self.revisited di Maya Weinberg © Gadi Dagon
    My True Self.revisited di Maya Weinberg © Gadi Dagon
×