Promozione scuole

Il Bolshoi al cinema

  • Olga Smirnova e Artemy Belyakov ne La bisbetica domata
    Olga Smirnova e Artemy Belyakov ne La bisbetica domata © Elena Fetisova / Bolshoi Theatre
  • Maria Alexandrova e Ruslan Skvortsov in Coppelia
    Maria Alexandrova e Ruslan Skvortsov in Coppelia © Damir Yusupov / Bolshoi Theatre
  • Svetlana Zakharova ed Edvin Revazov ne La signora delle camelie
    Svetlana Zakharova ed Edvin Revazov ne La signora delle camelie © Elena Fetisova / Bolshoi Theatre

Il Bolshoi al cinema

Si comincia con il titanico Il Corsaro

Prende il via il 22 ottobre la nuova stagione del Bolshoi al cinema: otto serate per ammirare le stelle del teatro di Mosca, tra grandi classici e nuove produzioni. Tre i titoli firmati da Alexei Ratmansky

Un nome su tutti emerge nel cartellone della nuova stagione del Bolshoi di Mosca al cinema, quello di Alexei Ratmansky che firma ben tre titoli in programma: Il Corsaro, Romeo e Giulietta e Le fiamme di Parigi. Accanto a lui, coreografi di fama mondiale quali John Neumeier, Yuri Grigorovich e Jean-Christophe Maillot. Se a questi si aggiungono i nomi di Svetlana Zakharova, Sergei Polunin, Denis Rodkin, Ekaterina Krysanova, Vladislav Lantratov e altri, si capisce come questa stagione abbia tutti i “numeri” per stupire.

Si comincia, dunque, domenica 22 ottobre con Il Corsaro, titanica produzione che coinvolge la quasi totalità del Corpo di Ballo del Bolshoi. Le avventure del pirata Conrad e della bella schiava Medora, liberamente ispirate al poemetto ottocentesco di Lord Byron, sono messe in scena da Alexei Ratmansky e Yuri Burlaka in una rivisitazione della coreografia di Marius Petipa che nulla tradisce dello spirito della versione originale. Ratmansky ha, infatti, studiato il materiale d’archivio conservato presso il Bakhrushin Museum di Mosca, la State Theatre Library di San Pietroburgo, la Bibliotheque national de France e le notazioni originali della collezione dell’Harvard Theatre, con un lavoro “filologico” a cui ci ha già abituato per altre rivisitazione del repertorio di Petipa. Bellissimi i costumi e le scene, che ci fanno immergere tra i profumi e i colori dei mercati orientali e tra gli arabeschi dei palazzi dei pasha, così come la scena del naufragio, con cui si concludono le avventure piratesche che hanno lasciato gli spettatori con il fiato sospeso.

Si prosegue, il 26 novembre, con La bisbetica domata di Jean-Christophe Maillot, titolo che il coreografo e direttore dei Balletti di Montecarlo ha creato nel 2014 proprio per la compagnia moscovita. In scena Ekaterina Krysanova e Vladislav Lantar nei ruoli dei protagonisti, per questo adattamento della celebre commedia di William Shakespeare su musiche di Dmitri Schostakovich. La bisbetica domata sarà in scena a settembre del 2018 al Teatro alla Scala di Milano che ospita il Corpo di Ballo del Bolshoi: un appuntamento da segnare in agenda! In clima di feste natalizie non poteva certo mancare Lo Schiaccianoci, qui nella versione del grande Yuri Grigorovich, che vedremo al cinema il 17 dicembre.

Il 21 gennaio 2018 la stagione riprende con Romeo e Giulietta, nella versione che Alexei Ratmansky ha creato nel 2011 per il Balletto Nazionale del Canada. Una rilettura fresca e rispettosa dello spirito dell’epoca in cui è ambientata, che fin dalle prime note della celebre partitura di Prokofiev coinvolge lo spettatore nel dramma cantato da William Shakespeare. A un altro capolavoro della letteratura, quello di Alexandre Dumas figlio, è ispirata La signora delle camelie di John Neumeier, capolavoro del Novecento su musiche di Chopin: lo vedremo al cinema il 4 febbraio con Svetlana Zakharova nel ruolo di Marguerite ed Edvin Revazov in quello di Armand.

Salti, pirouettes e virtuosismi su e giù dalle punte sono gli ingredienti de Le fiamme di Parigi, al cinema il 4 marzo, balletto su musiche di Boris Asafiev dedicato alla Rivoluzione Francese, interpretato ancora una volta da Alexei Ratmansky. Si prosegue, l’8 aprile, con Giselle che vedrà sul palco del Bolshoi un cast eccezionale: Svetlana Zakharova vestirà i panni della protagonista accanto a Sergei Polunin nel ruolo di Albrecht.

Ultimo titolo in programma, il 10 giugno, Coppelia, spumeggiante commedia che il Corpo di Ballo del Bolshoi porta in scena con l’originale coreografia ottocentesca.