Home

Serata Explo a Pisa

In scena la giovane danza d’autore

Mercoledì 3 aprile, per Teatri di Confine, la Chiesa di Sant’Andrea ospita un trittico contemporaneo tutto dedicato alla giovane danza d’autore

29 Mar
2019
18:55
Testata giornalistica online
Autore: 

Balletto.net
Registrazione Tribunale di Milano n. 263 del 07/09/2017
Direttore responsabile: Elisabetta Agrati 
Viale Regina Margherita 43, 20122 Milano (Italy) | P.IVA 04097780961

A Pisa, la prima settimana di aprile sarà all’insegna della danza contemporanea, con l’ormai tradizionale appuntamento della Serata eXpLo, tre coreografie di altrettanti coreografi, tutti giovanissimi, selezionati fra coloro che hanno partecipato alla Vetrina “Giovane Danza d’Autore” del Network Anticorpi XL, di cui sono partner la Fondazione Toscana Spettacolo e la Fondazione Teatro di Pisa, organizzatori della rassegna Teatri di Confine.

Quarto appuntamento proprio di Teatri di Confine, mercoledì 3 aprile ore 21, la Serata eXplo porterà sul palcoscenico della Chiesa di Sant’Andrea tre giovani “promesse” con le loro creazioni, accomunate dall’originalità del linguaggio e dall’innovazione della ricerca stilistica.

Basato sul concetto di desiderio e sull’ambivalenza di presenza/assenza, P!NK ELEPHANT è il primissimo lavoro di Siro Guglielmi, giovane vicentino formatosi alla Scuola del Balletto di Toscana, dove si esplora intimità, passione, amore per se stessi, per la vita, per una persona, attraverso gesti e movimenti, una danza compiuta attorno all’oggetto amato, sulla musica di Alessio Zini e Cristiano de Palo, produzione Associazione Cultura Zebra.

Francesco Colaleo e Maxime Freixas tornano con CHENAPAN, in italiano monello, liberamente ispirato ai comici Stanlio e Ollio e ai personaggi beckettiani Estragone e Vladimiro, mettendo in scena i giochi di una volta: guardie e ladri, mosche cieche e nascondigli segreti. Lo spazio scenico è un cantiere a vista, che si trasforma sotto gli occhi di chi osserva. Nessun supporto tecnologico, ma soltanto i corpi e le loro curiosità irrefrenabili, sulla musica di Vincenzo Pedata. Produzione Artemis Danza, in collaborazione con Anghiari Dance Hub, Capotrave/Kilowatt, Espace Glandier (Montpellier).

Mattia De Virgiliis è partito, infine, dalla tragedia di Sofocle, spesso sfruttata da registi e autori per la forte valenza simbolica della ribellione alle ingiustizie, anche andando contro le leggi dello Stato, della figura di Antigone. In MONARCH ANTIGONE ne propone una lettura che sottolinea la violenza psicologica nei confronti delle donne, attraverso una danza intensa, di grande fisicità e privata da qualsiasi espressione puramente estetica. Una violenza che si conclude con la condanna, l’emarginazione o la dichiarazione di follia della donna, per questo nel titolo si fa riferimento a Monarch di Akab, il cui testo si occupa del metodo di manipolazione della mente. Produzione Gruppo Danza Oggi/Compagnia Mattia de Virgiliis.

Al termine dello spettacolo, incontro/conversazione con i coreografi, e uno sguardo sugli spettacoli successivi, a cura di Silvia Poletti, critico e studiosa di danza.

 

I biglietti (posto unico 10 euro; ridotto 7 euro; scuole di danza, giovani under30, abbonati del Verdi 5 euro) sono in vendita al Botteghino del Teatro Verdi.

PROMOZIONE LASCIATI SORPRENDERE TEATRI DI CONFINE: chi acquista il biglietto per i cinque spettacoli di danza in aprile - Serata eXpLoHome AloneButterflyR.OSA 10 esercizi per nuovi virtuosismi Saremo bellissimi e giovanissimi sempre - paga un biglietto da 5 euro per tre spettacoli, gli altri due sono omaggio.

Per ulteriori informazioni: Fondazione Teatro di Pisa, tel 050 941111, www.teatrodipisa.pi.it

Condividi: 
×