Home

Vicenza Danza XXIII

Al via con i brasiliani Grupo Corpo

Domenica 11 novembre, la compagnia Grupo Corpo, a Vicenza per l’unica data italiana del tour europeo, inaugura la nuova stagione di danza al Teatro Comunale

1 Nov
2018
16:42
  • I brasiliani Grupo Corpo in Gira © José Luiz Pederneiras
    I brasiliani Grupo Corpo in Gira © José Luiz Pederneiras
  • Il Ballet du Grand Théâtre de Genève in Carmina Burana © Gregory Batardon
    Il Ballet du Grand Théâtre de Genève in Carmina Burana © Gregory Batardon
  • SHOW con la compagnia Shechter II © Gabriele Zucca
    SHOW con la compagnia Shechter II © Gabriele Zucca
  • La compagnia María Pagés in Yo Carmen
    La compagnia María Pagés in Yo Carmen
  • La Paul Taylor Dance Company in Esplanade
    La Paul Taylor Dance Company in Esplanade
Testata giornalistica online
Autore: 

Balletto.net
Registrazione Tribunale di Milano n. 263 del 07/09/2017
Direttore responsabile: Elisabetta Agrati 
Viale Regina Margherita 43, 20122 Milano (Italy) | P.IVA 04097780961

Prende il via domenica 11 novembre, alle 20.45, la 23esima edizione di Vicenza Danza, la stagione di danza del Teatro Comunale Città di Vicenza, con la consulenza artistica di Loredana Bernardi. In scena, per l’unica data italiana del loro tour europeo, i brasiliani Grupo Corpo con due recenti creazioni: Dança Sinfônica, lavoro nato nel 2015 per celebrare i quarant’anni di attività della compagnia, e Gira (prima nazionale), brano del 2017 che si nutre di suggestioni etniche e religiose ispirandosi alla rappresentazione dei culti primitivi afro-brasiliani.

La stagione prosegue, sabato 1 dicembre, con la compagnia Shechter II, formazione giovanile che unisce straordinari danzatori selezionati tra i talenti di tutto il mondo dal coreografo israeliano Hofesh Shechter. In scena SHOW (The EntranceClownsExit) che travolgerà il pubblico con la vitalità e l’energia irrefrenabile degli interpreti.

Sabato 26 e domenica 27 gennaio, sarà la volta del Ballet du Grand Théâtre de Genève con Carmina Burana del coreografo Charles Brumachon, un balletto costruito sulla partitura dell’omonima opera musicale di Carl Orff, che trae ispirazione dalla simbologia medievale della Ruota della Fortuna, dalle pitture di Michelangelo e dalle opere della scultrice Camille Claudel.

Sabato 16 e domenica 17 febbraio, tornano a Vicenza i Momix con l’anteprima mondiale del loro nuovo spettacolo, Alice... Alice... Alice, di Moses Pendleton che ha deciso di calarsi “nella tana del coniglio, per scoprire un mondo magico dove il corpo umano si trasforma e niente è ciò che appare”. Il 28 febbraio, atteso ritorno anche per la Paul Taylor Dance Company con il trittico Airs del 1978, su musica di Händel, un inno alla bellezza e alla poesia; Black Tuesday, del 2001, con musiche originali degli anni Trenta; e infine Esplanade, del 1975, su musica di Bach, un classico nel repertorio della compagnia.

Sabato 23 marzo, Vicenza Danza ospita la prima regionale di Les nuits barbares, ou les premiers matins du monde, creazione del coreografo franco-algerino Hervé Kourbi dedicata al tema dell’origine della cultura mediterranea, della paura ancestrale dello straniero, dell’incontro fra civiltà. Sabato 13 aprile, ultimo appuntamento con la compagnia María Pagés, un’icona della danza spagnola, e lo spettacolo Yo Carmen.

Come ogni anno, agli spettacoli in Sala Grande si affianca la rassegna Danza al Ridotto, dedicata ai nuovi autori della scena contemporanea e alla ricerca. Sabato 23 febbraio, primo appuntamento con Avalanche di e con Marco D’Agostin, creazione che indaga i temi dell’archiviare e del catalogare, proposti in una luce sentimentale ed esistenziale. Venerdì 15 marzo, la Compagnia MK di Michele Di Stefano presenta Bermudas, un interessante lavoro del 2017 sul moto perpetuo e sul movimento puro.

Sabato 30 marzo, protagonista il Nuovo Balletto di Toscana con Pulcinella, nuova creazione coreografica di Arianna Benedetti, con la collaborazione drammaturgica di Andrea Di Bari, su musica di Igor Stravinskij. A concludere la rassegna, giovedì 11 aprile, sarà R.OSA – 10 esercizi per nuovi virtuosismi di Silvia Gribaudi, creazione legata al tema dell’accettazione di sé, del proprio corpo.

Tutti gli spettacoli in Sala Grande, come di consueto, saranno preceduti dagli Incontri con la Danza, in cui giornalisti, critici e studiosi incontreranno il pubblico per dialogare sulle poetiche, gli stili, gli interpreti e arricchire l’esperienza teatrale. Ritorna anche il Progetto Supporter Danza che prevede, prima di alcuni spettacoli, l’esibizione di giovani promesse della danza, segnalate da critici ed esperti.

Prosegue anche l’esperienza delle residenze artistiche di danza mentre per i primi mesi del 2019 è prevista la seconda edizione di Danza in Rete Festival | Vicenza-Schio.

Condividi: 
  • I brasiliani Grupo Corpo in Dança Sinfônica © José Luiz Pederneiras
    I brasiliani Grupo Corpo in Dança Sinfônica © José Luiz Pederneiras
×