Home

Massine, Léonide

Mosca 1895 – Weseke bei Berken (Westfalia) 1979

23 Nov
2005
16:17
Contenuto proposto dagli utenti
Autore: 


Si formò alla Scuola di Ballo del Bolshoij di Mosca. Iniziò a ballare nello stesso teatro, ed entrò a far parte dei Ballets Russes di Diaghilev nel 1914, quando lavorò a La Leggenda di Giuseppe di Fokin, creando il ruolo del protagonista.
In seguito studiò con Cecchetti, e continuò a ballare nonostante le pressioni di Diaghilev, che lo spingevano a coreografare per la sua compagnia. Così nascono Parade, La Boutique Fantasque, Le Ttricorne, Il Canto dell'Usignolo, Pulcinella, Sacre du Printemps.
Nel 1921 si stacca dai Ballets Russes per intraprendere alcune tournée con altri suoi colleghi, ma farà presto ritorno a Diaghilev. Incessante la produzione coreografica, venne invitato da moltissime compagnie internazionali.
Dagli anni 1930 al 1940 circa creò capolavori come Gaité Parisienne, Jeux d'Enfants, Nobilissima Visione, Bacchanale. Sempre più conosciuto e apprezzato, Massine continua il lavoro di coreografo, ed inizia a studiarne i lineamenti, i canoni, gli stili, per arrivare ad un lavoro prettamente teoretico: seguono infatti sue pubblicazioni in merito alla coreografia e all'insegnamento. Partecipò inoltre nella veste di consulente alle riprese di alcuni film: Scarpette Rosse (1948), I Racconti di Hoffman (1951), e Carosello Napoletano (1954).
Massine fu un coreografo che per oltre mezzo secolo interessò la storia del balletto, toccando una vastissima tastiera compositiva. Fu trascinatore dei Ballets Russes per lungo tempo, come ballerino e coreografo (interessante l'interazione con Nijinsky, per il quale creò e del quale ballò, e viceversa).

 

 

nella foto: Massine con Danilova in La boutique fantasque

 


Andrea Boi

 

 

 

Condividi: 
×