Home

An American in Paris

Debutta a Genova in un nuovo allestimento

Dal 12 al 21 ottobre, per la prima volta nei teatri italiani, il Teatro Carlo Felice ospita il musical di George e Ira Gershwin nel nuovo allestimento diretto da Federico Bellone

8 Ott
2018
08:10
  • An American in Paris © Giulia Marangoni
    An American in Paris © Giulia Marangoni
Testata giornalistica online

Balletto.net
Registrazione Tribunale di Milano n. 263 del 07/09/2017
Direttore responsabile: Elisabetta Agrati 
Viale Regina Margherita 43, 20122 Milano (Italy) | P.IVA 04097780961

Vincitore di ben quattro Tony Award, An American in Paris, il musical di George e Ira Gershwin che ha debuttato originariamente al Théâtre du Châtelet di Parigi nel 2014, arriva al Teatro Carlo Felice di Genova, dove sarà in scena dal 12 al 21 ottobre nel nuovo allestimento diretto da Federico Bellone (che firma regia e scene) e – per la prima volta – accompagnato dall’orchestra sinfonica.

Tutta italiana la squadra di creativi, reduce dal grande successo dello spettacolo Disney Mary Poppins, e, con Fabrizio Angelini come coreografo, dall’acclamato allestimento di West Side Story al Teatro Carlo Felice di Genova. Nel cast Giuseppe Verzicco e Marta Melchiorre, oltre a Simone Leonardi, Tiziano Edini, Alice Mistroni, Donatella Pandimiglio, Mimmo Chianese, Marco D’Alberti e Annamaria Schiattarella, che daranno vita ai capolavori di George e Ira Gershwin, da I Got Rhythm a The Man I Love, da Liza a Shall We Dance?, fino a S Wonderful e But Not For Me. Le canzoni sono in lingua originale mentre i dialoghi sono in italiano. L’Orchestra e il Coro del Teatro Carlo Felice saranno diretti da Daniel Smith.

Basato sull’omonimo film del 1951 prodotto dalla Metro-Goldwyn-Mayer (a sua volta basato sull’omonima composizione di George Gershwin del 1928), vincitore di otto premi Oscar e con Gene Kelly come protagonista e coreografo, Vincent Minnelli come regista e Alan Jay Lerner come sceneggiatore, An American in Paris racconta la vicenda di Jerry Mulligan, un soldato americano che, alla fine della Seconda guerra mondiale, decide di restare a Parigi per dedicarsi alla sua grande passione: la pittura. Presto si imbatterà in Lise Dassin, una promettente ballerina francese, che sembra sfuggire alle attenzioni del giovane. La situazione si complicherà maggiormente con la presenza dei nuovi amici di Jerry: Adam, un pianista scapestrato, e Henri, un cantante di rivista amatore, oltre alla testarda filantropa Milo, che commissionerà al Teatro du Châtelet un nuovo balletto con Lise come protagonista, su composizione originale di Adam e con una scenografia d’avanguardia di Jerry.

Condividi: 
×