Home

Cenerentola e i giovani talenti

L’Accademia Teatro alla Scala a Cremona

Sabato 17 febbraio il Teatro Ponchielli ospita la Scuola di Ballo del Teatro alla Scala in Cenerentola di Frédéric Olivieri: un lavoro corale con la partecipazione di allievi ed ex allievi dell’Accademia

14 Feb
2018
09:30
  • Gli allievi della Scuola di Ballo dell’Accademia Teatro alla Scala in Cenerentola © Francesco Bondi
    Gli allievi della Scuola di Ballo dell’Accademia Teatro alla Scala in Cenerentola © Francesco Bondi
  • Gli allievi della Scuola di Ballo dell’Accademia Teatro alla Scala in Cenerentola © Francesco Bondi
    Gli allievi della Scuola di Ballo dell’Accademia Teatro alla Scala in Cenerentola © Francesco Bondi
Testata giornalistica online
Autore: 

Balletto.net
Registrazione Tribunale di Milano n. 263 del 07/09/2017
Direttore responsabile: Elisabetta Agrati 
Viale Regina Margherita 43, 20122 Milano (Italy) | P.IVA 04097780961

«Ero ansioso di fare un balletto quanto più possibile “danzabile”, con una varietà di danze che si insinuassero nel corso della storia, e offrire ampia opportunità ai danzatori di dare spiegamento alla loro arte»: così scrisse Sergej Prokof’ev a proposito di Cenerentola. Una “dichiarazione d’intenti” che Frédéric Olivieri ha tradotto in danza per gli allievi della Scuola di Ballo dell’Accademia Teatro alla Scala, permettendo ai giovani talenti di confrontarsi con una pluralità di danze e di dimostrare le proprie doti tecniche e interpretative.

Commissionato dalla Fondazione Bracco, sabato 17 febbraio alle 20.30 lo spettacolo approda al Teatro Ponchielli di Cremona. In scena oltre cento allievi della Scuola di Ballo e, dietro le quinte, sessanta ragazzi fra scenografi, sarti, truccatori e parrucchieri, parruccai, fotografi, allievi ed ex allievi dell’Accademia: una prova corale, dunque, che testimonia l’impegno di questi giovani professionisti e la pluralità di talenti che concorrono alla costruzione di uno spettacolo di danza.

Esaltando il carattere fiabesco e romantico che da sempre accompagna la favola di Cenerentola, Frédéric Olivieri mette alla prova gli allievi scaligeri sotto il profilo tecnico e interpretativo in diversi momenti del balletto: nel primo atto la danza delle fate delle quattro stagioni, chiamate dalla Fata Madrina per trasformare il sogno di Cenerentola in realtà, nel secondo atto il ballo a corte, la danza delle tre arance, dono del Principe che le sorellastre si contendono, le danze spagnola e araba, le variazioni e i passi a due di Cenerentola e del Principe.

Le scene sono firmate da Angelo Sala, i costumi degli interpreti principali sono stati disegnati da Maria Chiara Donato. Le sculture sono state realizzate da Fausta Cerizza, ex allieva del Corso scenografi. I costumi sono realizzati ed elaborati da allievi ed ex allievi del Corso per sarti dello spettacolo e dalla Sartoria Brancato.

Biglietti: interi € 22; ridotti € 20 (riduzione per giovani fino a 25 anni, per possessori di Welcome Card emessa da Infopoint del Comune di Cremona, per i soci del Touring Club Italiano, per gruppi organizzati, per soci FAI, possessori di Selecard o di Ikea Family); studenti € 8.

Condividi: 
×