Home

Les Étoiles torna a Roma

Con un’edizione dedicata a Margot Fonteyn

Il 20 e 21 gennaio, l’Auditorium Parco della Musica ospita il gala di danza organizzato dalla Daniele Cipriani Entertainment, per una serata in compagnia delle stelle del balletto

11 Gen
2019
10:32
  • Leonid Sarafanov e Oleysa Novikova in Grand Pas Classique © N. Razina
    Leonid Sarafanov e Oleysa Novikova in Grand Pas Classique © N. Razina
  • Bakhtiyar Adamzhan e Tatiana Melnik in Don Chisciotte © Ripari Young Group
    Bakhtiyar Adamzhan e Tatiana Melnik in Don Chisciotte © Ripari Young Group
  • Vladislav Lantratov in Nureyev © Yusupov
    Vladislav Lantratov in Nureyev © Yusupov
  • Marianela Nuñez, qui in Giselle, danzerà accanto a Vadim Muntagirov © Massimo Danza
    Marianela Nuñez, qui in Giselle, danzerà accanto a Vadim Muntagirov © Massimo Danza
  • Polina Semionova sarà tra le protagoniste di Les Étoiles
    Polina Semionova sarà tra le protagoniste di Les Étoiles
Testata giornalistica online
Autore: 

Balletto.net
Registrazione Tribunale di Milano n. 263 del 07/09/2017
Direttore responsabile: Elisabetta Agrati 
Viale Regina Margherita 43, 20122 Milano (Italy) | P.IVA 04097780961

Per la capitale è ormai diventato il tradizionale appuntamento di inizio anno: domenica 20 (ore 18.00) e lunedì 21 gennaio (ore 21.00), l’Auditorium Parco della Musica ospita una nuova edizione di Les Étoiles, il gala internazionale di danza organizzato dalla Daniele Cipriani Entertainment.

Una serata in compagnia delle stelle del balletto che torneranno a meravigliare il pubblico con virtuosistici passi a due tratti dal repertorio classico e lavori contemporanei. Tra questi, anche una novità per l’Italia: un passo a due tratto da Nureyev, il balletto di Ilya Demutsky, Kirill Serebrennikov e Yuri Possokhov che ha debuttato al Teatro Bolshoi di Mosca nel dicembre del 2017, suscitando molto clamore. A interpretarlo, Vladislav Lantratov e Maria Alexandrova (Teatro Bolshoi), che danzeranno i ruoli di Rudolf Nureyev e Margot Fonteyn, cui è dedicata questa edizione di Les Étoiles.

A Vladislav Lantratov e Maria Alexandrova si affiancheranno danzatori provenienti dalle più importanti compagnie del mondo: Leonid Sarafanov del Teatro Mikhailovsky di San Pietroburgo e Oleysa Novikova del Teatro Mariinsky di San Pietroburgo; Polina Semionova del Teatro dell’Opera di Berlino; Bakhtiyar Adamzhan del Teatro dell’Opera di Astana (Kazakistan) e Tatiana Melnik dell’Opera di Stato Ungherese, Budapest; Marianela Nuñez e Vadim Muntagirov del Royal Ballet di Londra; Sergio Bernal del Balletto Nazionale di Spagna. A loro si unirà, come da tradizione, una étoile a sorpresa, il cui nome sarà svelato a pochi giorni dal gala.

Tra i brani in programma, Sylvia di Frederick Ashton, Le Corsaire, Don Chisciotte e Il lago dei cigni di Marius Petipa, Jeunehomme di Uwe Scholz, La Fille du Pharaon di Pierre Lacotte, Romeo e Giulietta di Leonid Lavrovsky, Grand Pas Classique di Victor Gsovsky e molti altri.

Commenta Daniele Cipriani: «La carta davvero vincente di Les Étoiles, data l’internazionalità dei suoi interpreti, delle compagnie da cui provengono, delle musiche e dei coreografi, è “il Mondo”. In quest’epoca di profonde divisioni, Les Étoiles sono un’armata plurinazionale di grande arte che porta al Mondo un messaggio di armonia, in cui la danza si propone quale modello di una società ideale».

Condividi: 
×