Home

Pierrot Danza

Il 13 e 14 aprile al Teatro Orione di Roma va in scena la XIII edizione del Pierrot Danza

In agenda

Sab, 13/04/2019 (Tutto il giorno)
2019-04-13:04 (Tutto il giorno):00 2019-04-13:04 (Tutto il giorno):00 Europe/Rome Pierrot Danza , , , Pierrot Danza info@balletto.net
1 di 1
Contenuto proposto dagli utenti
Autore: 
Condividi: 

Il 13 e 14 aprile al Teatro Orione di Roma va in scena la XIII edizione del Pierrot Danza 2019.

È stato svelato anche l'ultimo nome di questo “Pierrot Danza”, legato alla danza contemporanea, con la scelta caduta sull’insegnante dell’Accademia Nazionale di Danza di Roma e direttore artistico di “Excursus” Ricky Bonavita. Un altro nome forte in seno alla commissione voluta da Alessandra Micarelli, la direttrice artistica della kermesse capitolina che intanto si appresta a correre veloce verso il traguardo dei primi tre lustri nel panorama nazionale di danza.

Un Pierrot Lunaire capace di raccogliere le istanze di centinaia e centinaia di giovani talenti provenienti da ogni dove da ormai tredici anni e tutti a chiedersi dell’associazione tra Tersicore e Pierrot! Interrogativo a cui la stessa Alessandra Micarelli non ha esitato a dare risposta: «l’idea del Pierrot è una figura romantica che mi è sempre piaciuta, così come il suo irraggiungibile amore. Sulla figura della luna ho creato il logo dell’evento, dove la sagoma di una ballerina ne segue le linee. La sigla di apertura del concorso viene ogni anno danzata da giovani ballerini esterni al concorso, o compagnie di danza ospiti, a cui chiedo loro di dedicare la coreografia al Pierrot Lunaire, oppure un solista mimo/danzatore vestito da Pierrot, con la stessa musica ogni anno. Il colore della kermesse è il blu, come le notti di luna».

Ma tornando agli ospiti di questa edizione scopriamo molte conferme e alcune novità davvero di rilievo: cominciando dalla guida al timone di quest’anno Gloria Bandinelli (Accademia Nazionale di Roma e Teatro alla Scala di Milano), Dasa Grgic (Teatro Stabile Sloveno di Trieste, Atelier de Paris di Carolyn Carlson e Nikolais Tecnique Teacher Certificate Program), Elena Viti (Accademia Nazionale di Danza di Roma e Università degli Studi di Roma “La Sapienza”), Francesca Corazzo (Accademia Nazionale di Danza di Roma), Gemma Iuliano (regista) e Massimiliano Zaganelli (videomaker) impegnati nella nuovissima sezione di video-danza.

Con l’introduzione dunque delle tecnologie a tu per tu con Tersicore. La vera novità riguarda infatti l’inserimento della Sezione Videodanza, aperta ad autori, danzatori, coreografi, registi e video-maker che dovranno proporre video originali che abbiano per soggetto la danza con una forte connessione tra drammaturgia e linguaggi audiovisivi per promuovere la sperimentazione, la ricerca e l’utilizzo di nuove tecnologie. I due linguaggi della danza e del video possono essere considerati come due colori differenti che si mescolano fino a crearne uno nuovo. I video finalisti verranno proiettati in teatro durante lo spettacolo di Gala.

Tuttavia la capacità manageriale e artistica della direttrice Alessandra Micarelli si è manifestata tutta nell’assemblare sapientemente lo zoccolo duro della tradizione con le aggiornate istanze ed esigenze delle nuove generazioni di coreografi e danzatori sempre più interessati alla contaminazione con le tecnologie più evolute. E non deve sorprende, dunque, l’accostamento frequente al “Pierrot Danza” di video-danza e tecniche dei vari repertori coreutici, per esempio le tecniche di modern che spaziano da Graham a Childs per passare attraverso il repertorio di Limon, Cunningham, Laban, Nikolais, Ailey, Tharp, Brown oltre che nell’ambito del jazz, jazz-lyrical, techno e altre sfaccettature ancora a scelta dei giovani talenti. Le tecniche di contemporaneo invece si rifanno al repertorio del Tanztheater, Release tecnique, Contact improvvisation, Danza fisica e di ricerca, magari anche attraverso coreografie sorte in epoca di video-danza. Con tutti i ballerini, comunque, impegnati a provare in scena a realizzare i propri sogni e progetti, anche con l’aiuto di Pierrot e delle sue lunari proposte di studio e lavoro in Italia ed all’estero: anche quest’anno abbiamo prodotto significative borse di studio per i migliori talenti – spiega la direttrice artistica Alessandra Micarelli – coinvolgendo il Balletto di Toscana e la Compagnia Junior diretti da Cristina Bozzolini, il Corso di Adeguamento Professionale di Danza curato da Gianni Rosaci, il Forum della Danza “la Marée” di Pisciotta-Palinuro (Sa), il Tersicore Arte Danza di Sambuceto (Ch), i Corsi di Insegnamento Modern-Jazz e Composizione Coreografica di Fabrizio Laurentaci, Le Foyer de la Danse di Narni (Tr), la Summer Dance di Bardonecchia (To), Tonezza in Danza (Vi) e Compagnia Venezia Balletto.

Per maggiori info visitare il sito della manifestazione www.concorsopierrotdanza.com o scrivere direttamente all’indirizzo di posta elettronica info@concorsopierrotdanza.com

  • Pierrot Danza 2019
×