Home

Il colore viola in teatro

30 Apr
2006
09:14
Contenuto proposto dagli utenti
Articoli del vecchio sito

Quasi tutti sanno, artisti e non, che l'uso del colore viola è proibito in teatro perchè secondo la tradizione, portatore di sfortuna.
Solo superstizione o tradizione? Esiste un motivo particolare per cui questo colore è così temuto da ogni artista, di teatro e non?
Una spiegazione storica c'è. Il viola è il colore dei paramenti sacri usati in periodo quaresimale.
In questo preciso periodo dell'anno (40 giorni prima di Pasqua), nel medioevo, venivano vietati tutti i tipi di rappresentazioni teatrali e di spettacoli pubblici che si tenevano per le vie o le piazze delle città.
Questo comportava per gli attori e per tutti coloro che vivevano di solo teatro, notevoli disagi economici. Non potendo lavorare infatti, le compagnie teatrali non avevano guadagni e di conseguenza anche procurarsi il pane quotidiano era ardua impresa.
Questo è il motivo per cui il colore viola è odiato da tutti gli artisti, in generale, ma è vietato soprattutto in teatro dove con il passare dei secoli è diventato vera e propria superstizione.


"La superstizione è sinonimo d'ignoranza, ma non porta male essere superstiziosi."
Eduardo De Filippo

Gian Pietro Camisa

Condividi: 
×